vini rossi invecchiati

Come trattare i vini rossi invecchiati. Mini guida in 7 punti

La capacità di un vino rosso di invecchiare è data da tanti aspetti (annata, affinamenti, tipologia di vitigno come il Nebbiolo, per fare un solo esempio…) ma anche dalla sufficiente presenza di tannini. Messo in bottiglia, il vino evolve progressivamente perdendo la carica tannica e facendosi più morbido.

Abbiamo scritto una mini guida ai vini invecchiati in 7 semplici punti.

1. Come conservare i vini rossi invecchiati

Non tutti i vini possono invecchiare. Quelli che ne hanno la capacità, per mantenersi negli anni ma soprattutto per evolvere e arricchirsi di profumi e sapori sono bottiglie che vanno conservate con cura estrema, tenendole in ambiente fresco e buio, stese in orizzontale e lontane dalle vibrazioni.

2. Come aprire un vino invecchiato

Un rosso invecchiato va aperto con grande cura e attenzione perché il tappo può essere danneggiato, secco o non perfettamente coeso al vetro della bottiglia.

3. Quando si dice che un vino è “chiuso”

Un vino invecchiato è rimasto tanti anni chiuso dentro la bottiglia e impiega del tempo a liberarsi degli odori sgradevoli formatesi negli anni in ambiente senza ossigeno.

In tal caso è indicato aprirlo con qualche ora in anticipo (anche 3 ore nel caso di vini invecchiati oltre i 10 anni) per iniziare a farlo “respirare”. Solo in questo modo potrà esprimere tutte le sue potenzialità, per profumi e sapori.

4. Quando usare il decanter

Il decanter è un contenitore di vetro o cristallo con un collo stretto e lungo e una parte inferiore ampia, dove il vino entra in contatto con l’ossigeno. Travasare (delicatamente!) un vino invecchiato nel decanter è indicato soprattutto nel caso in cui siano presenti sostanze disperse e depositi, che si individuano guardando la bottiglia in controluce.

5. In che bicchiere servire i rossi invecchiati

Il bicchiere giusto per un vino invecchiato è un calice panciuto con apertura stretta, anche il Ballon nel caso di vini invecchiati oltre i 10 anni. Lo stelo è di dimensione ridotta per consentire eventualmente di tenere per qualche tempo il calice per la coppa, nel caso in cui la temperatura di servizio fosse troppo bassa.

6. Cosa abbinare i vini rossi invecchiati

Questi vini importanti richiedono abbinamenti altrettanto importanti. Quindi: formaggi saporiti, cacciagione, arrosti saporiti e cotti a lungo.

7. Come sono i rossi invecchiati

Dai vini rossi da invecchiamento aspettiamoci profumi progressivi, e perdita di tannicità a favore della morbidezza. Anche l’acidità subisce un calo graduale con il tempo.

Sono vini che hanno una lunga storia alle spalle, fatti dai padri e goduti dai figli o dai nipoti: anche per questo hanno tanto da raccontare.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento