MARCO BARBETTI

Migliore sommelier d’Italia 2018

Ci porta alla scoperta di cantine che in fazzoletti di terra creano vini eccellenti

Per guidare Tappa #31 di Sommelier Wine Box (ottobre 2020) ci siamo rivolti a Marco Barbetti, migliore sommelier d’Italia FISAR 2018 che ci ha raccontato la sua storia:

“Il primo approccio serio che ho avuto con il vino è stato nel 2007, folgorato – come succede a molti – dalla magia e dallo stupore che si provano percependo i profumi regalati dalla degustazione di un bicchiere.

Dopo quella “prima volta”, ho iniziato il mio percorso di formazione con i corsi sommelier F.I.S.A.R., grazie ai quali mi sono appassionato per sempre a ogni sfumatura di questo mondo così pieno di passione. Il legame era ormai creato: più imparavo e più scoprivo nuove cose da imparare, per cui ho proseguito diventando relatore e direttore di corso. E poi mi divertivano tantissimo gli aspetti pratici, tra cui l’elegante mondo dei servizi, che ho approfondito seguendo un master dell’associazione, diventando poi responsabile dei servizi per la mia delegazione, Bareggio.

Nel 2017 ho deciso di mettermi in gioco iscrivendomi al concorso “Miglior Sommelier dell’anno 2018” indetto da F.I.S.A.R. I dodici mesi successivi di studio quotidiano, con il fondamentale supporto di amici e colleghi, si sono infine conclusi con la mia vittoria.

Oggi, oltre alle attività di delegazione mi dedico alla scoperta di nuove realtà produttive, convinto che le emozioni nel vino non le regali il nome, ma la passione e la tecnica con le quali lo si realizza. Inoltre partecipo al podcast Il vino lo porto io, con il quale sviluppo la parte più ludica, sugli abbinamenti cibo-vino.”

Marco Barbetti – sommelier del mese

 
sommelier Marco Barbetti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su reddit
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email