cantina di vino

Come conservare il vino nella cantina di casa, al meglio

Conservare correttamente il vino è fondamentale per chi si sta costruendo una cantina, piccola o grande che sia. Ecco alcuni consigli pratici per organizzarne lo spazio, utili a mantenere le proprietà del vino più a lungo.

1. Il vino va preferibilmente tenuto al buio, per evitare processi ossidativi e quindi il degrado;

2. Se le volete fare invecchiare, tenete le bottiglie stese, con l’etichetta verso l’alto per controllarla e facilitarne il riconoscimento: il tappo non si seccherà e non farà passare l’ossigeno (alcuni temono che il vino conservato in orizzontale prenda il sapore del tappo, ma se questo è sano non trasmetterà nulla, nonostante il contatto diretto);

3. L’ambiente deve essere areato – per prevenire la formazione di muffe – e privo di odori forti, che potrebbero influenzare il vino;

4. Nella vostra cantina mantenete la temperatura stabile, tra i 10 e i 18 gradi (10-12 gradi è l’ideale per i vini bianchi e 12-15 per i rossi) e l’umidità tra 60% e 80%;

5. Tenete le bottiglie in questo ordine, dal basso: spumanti per primi, poi bianchi, rosati e rossi più in alto. In questo modo i vini staranno alla temperatura più opportuna in base alla tipologia;

6. Proteggete le bottiglie dalle vibrazioni.

E per chi non ha una cantina? Anche senza un ambiente dedicato è possibile mantenere le proprietà del vino con alcuni accorgimenti:

– Conservate le bottiglie che volete bere più avanti al buio, e distese;

– Le altre, tenetele comunque lontano dalle grandi finestre, perché non vengano scaldate o alterate dalla luce solare;

– Mantenete la temperatura quanto possibile stabile, evitando di tenere il vino nelle zone più calde della casa.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento