Carlo Staudacher, Terre del Lagorai

viti trentine

Terre del Lagorai è una nuova realtà vitivinicola nata da una vecchia storia che parla di tradizioni, fatiche e lavoro: le nostre attività si condensano attorno al motto “Una storia di uomini e di vino”.

Tutto nasce dalla volontà di portare la Valsugana e il Lagorai a una nuova competitività economica tenendo al centro le risorse del territorio e le persone che lo lavorano. I nostri vigneti sono curati con amore da produttori biologici locali e sono armoniosamente inseriti nel paesaggio perché l’assenza di trattamenti invasivi li rende adatti anche all’insediamento nei centri abitati.

La cantina sta all’interno delle possenti mura di Castel Ivano, un antico maniero edificato nel XII secolo. Siamo nella Valsugana, ai piedi del Lagorai, la catena montuosa più estesa del Trentino Orientale: è un piccolo Tibet immerso nel cuore delle Alpi dove in un concatenarsi di incredibili paesaggi sfuggiti all’antropizzazione è ancora possibile conquistare la vetta e sentirsi piccoli a cospetto della natura.

L’attuale produzione consiste in due spumanti metodo classico Trento Doc e tre vini fermi: uno chardonnay in purezza, come solo la Valsugana sa esprimere, un elegante pinot nero “di montagna” e il Superbio Solaris che appartiene alla categoria dei vitigni resistenti PIWI (pilzwiderstandfähig).

I vigneti si trovano fra i 300 e i 700 metri sul livello del mare e i nostri vini rispecchiano le caratteristiche dei vini di montagna: fruttati ed eleganti, mai eccessivamente alcolici ed anzi più giocati sulla finezza che sull’intensità.

Carlo Staudacher

cantina Terre del Lagorai