Eleonora Rossini

Eleonora Rossini

Ho ricordi di infanzia legati alle vigne di famiglia, quando passeggiavo per i vigneti con il nonno Raffaello e il mio babbo Riccardo. Passavo giornate intere in cantina aiutandoli a fare il vino e l’olio: come loro dai propri genitori, anch’io ho imparato le tecniche che si tramandano di generazione in generazione.

Quando il mio babbo decise di lasciare l’azienda, nel 2004, non ebbi alcuna indecisione: quella era la mia strada! Cominciai rinnovando i macchinari, costruendo una nuova cantina, passando dal cemento all’acciaio e, piano piano negli anni, reimpiantando i vecchi vigneti.

Nei 7 ettari di proprietà ho mantenuto le varietà autoctone, innovando i processi di vinificazione.

Oggi l’azienda ha di fronte una nuova sfida: è in conversione bio, perché vogliamo dedicare ancora più attenzione alla sostenibilità e al territorio.

Eleonora Rossini

fattoria-piccaratico-vini-vinsanto