Tappa #13, APRILE 2019

FISAR Udine

Tappa #13 è guidata dalla delegazione FISAR di Udine:

"Prima di tutto siamo un gruppo di amici che si sono conosciuti durante i corsi per diventare sommelier. Un’amicizia nata apparentemente per caso che si rinnova ogni volta davanti ai tanti calici degustati assieme, da profondi appassionati del mondo enologico.
Quotidianamente ci impegniamo per diffondere e per valorizzare la cultura vitivinicola ed enogastronomica nella nostra regione. Ma non solo. Promuoviamo con passione la storia del vigneto Friuli e creiamo tante occasioni di confronto perché crediamo che il vino sia un grande mezzo per condividere emozioni."

FRIULANO, SFUMATURE DI UNA TERRA UNICA

Friuli Venezia Giulia vino

La viticoltura friulana si divide tra pianura e collina: la prima, e più estesa, è caratterizzata dall’alternanza di zone argillose-sabbiose e ghiaiose (Le Grave), mentre nella parte collinare troviamo marne ed arenarie (Ponca). Questo conferisce allo stesso vino profumi e sapori diversi tra loro.

Questo mese scopriamo come si manifesta il vitigno Friulano quando è coltivato in zone diverse di una regione molto vocata alla coltivazione di vini bianchi.

Il percorso parte dalla zona bassa friulana orientale, dove il Friulano sta su terreni di medio impasto, composti da argille e sabbie ricche di componenti organici. Poi percorriamo tutta la parte centrale della regione, sino ad arrivare a una zona di ciottoli grossolani depositati dai torrenti e dai fiumi. Per terminare, seguendo tutto anfiteatro morenico delle colline, arriviamo a est, sulle colline a ridosso del confine con la Slovenia, per trovare suoli più preziosi, come le marne.

Ti ABBIAMO INCURIOSITO?