Chianti Classico

Enrico Pozzesi, Fattoria Rodano

Fattoria Rodano è un’azienda agricola a Castellina in Chianti dove produciamo vino e olio, e alleviamo maiali allo stato brado. Siamo anche circondati da tanti animali da cortile, che chiamiamo per nome.

Il mio interesse per Rodano mi ha spinto a fare studi universitari in agraria e ad approfondire la viticoltura. La prima vendemmia di cui ho seguito il ciclo completo è del 1980: da allora seguo a tempo pieno l’azienda.

Con me lavora un gruppo di persone molto speciale, che mette insieme in un’eccezionale alchimia la passione per questa terra e per la viticoltura con la geologia, l’archeologia, l’agricoltura biologica, le macchine agricole, i pesci tropicali… Tutto questo è accompagnato dall’insegnamento del Maestro Marco Gambelli, di cui ancora oggi seguiamo la lezione.

Fare vino per me è un’arte, coltivare la vigna è conoscenza, amore per la terra, attaccamento alle radici. I nostri vini di Rodano esprimono un grande legame col passato e hanno una forte personalità perché nascono dalla passione di coltivare la vite, dal rispetto verso l’ambiente. Nascono grazie agli insegnamenti appresi dai “vecchi”.

Credo nella necessità delle relazioni, tra ambiente e terreno, tra aria, acqua, terra e calore.

E tra le persone che collaborano con me.

Enrico

Enrico_Fattoria Rodano
Oliviera

Sandro Bandini, Oliviera

La mia famiglia crede e investe da oltre 50 anni nel carattere tipico dei suoi prodotti. La nostra filosofia agricola è tradizionale e vive di forti legami con la regione. Cerchiamo di ottenere sempre il massimo dai nostri vini, in linea con le nostre potenzialità, con le nostre risorse tecniche e anche con quelle economiche della famiglia.

Il prodotto finale è legato alla variabilità delle stagioni, alle caratteristiche pedoclimatiche e alle tecniche di lavorazione: non è mai lo stesso ma, al contrario, esprime il proprio carattere individuale anno dopo anno. È più facile copiare un altro vino, piuttosto che dargli un carattere che lo lega a un particolare enologo e a un’area precisa.

Noi scegliamo questa seconda strada, quella della variabilità e della specificità.

I nostri vini sono il risultato di una lavorazione tradizionale delle uve, senza un uso eccessivo della tecnologia. I profumi e sapori sono quelli che il sole e il terreno regalano. La semplicità e la salubrità entrano nei nostri vini e li rendono raffinati e autentici, volutamente opposti all’omogeneizzazione dei vini che cercano di soddisfare i “gusti internazionali”.

Concepiamo il vino come forma di piacere e lavoriamo per esprimere le sue caratteristiche uniche, che sono legate alla cultura e al territorio dove sono nati.

Sandro Bandini, Oliviera

Cesconi

Paolo Cesconi

Paolo Cesconi ci racconta la storia della sua azienda: tra biodinamica, rispetto massimo del territorio e dei ritmi della natura

Michele e Paolo Dorigati

Michele e Paolo Dorigati

Dalla fondazione ottocentesca della cantina Dorigati all’eccellenza di oggi: ecco la cantina condotta da Paolo e Michele.

bellaveder vigneto san lorenz

Tranquillo Luchetta, Bellaveder

Tranquillo Luchetta ci racconta la storia di Bellaveder, dai tre ettari comprati dal suocero (il Mas Picol) alla passione e alla cura per la terra di oggi

viti trentine

Carlo Staudacher, Terre del Lagorai

Ecco la storia di Terre del Lagorai, una nuova realtà vitivinicola nata da una vecchia storia che parla di tradizioni, fatiche e lavoro

Maixei

Maixei

La storia di della cantina Maixei è partita dal sostegno ai piccoli produttori del territorio e approda oggi all’eccellenza qualitativa

Egidio e Walter, Pian delle Vette

Egidio e Walter (soci e amici) ci raccontano la storia di Pian delle Vette, tra fatica, altitudine e dedizione al territorio

Giuseppino Anfossi

Giuseppino Anfossi, Ghiomo

Giuseppino Anfossi ci racconta la storia dell’azienda agricola Ghiomo, dove crea vino con il suo concetto e i tempi della natura.

Elena e Gianni, Vigna Ròda

Elena e Gianni, con Giulia, Alice, Ettore – Vigna Ròda

La storia di Vigna Ròda parte da 2 ettari di terreno, nella meravigliosa cornice dei Colli Euganei e arriva ai 18 di oggi. La passione è il filo conduttore