zonazione

Cos’è la zonazione? Guida in 6 punti

Mappare, tracciare, analizzare gli indicatori, studiare le composizioni chimiche sono temi all’ordine del giorno, oggi con la speciale sfumatura tra il rosso, l’arancione e il giallo. Ma la divisione in zone è nota alla viticoltura da molto tempo tempo. Si chiama “zonazione” e vediamo di cosa si tratta, e perché vale la pena conoscerla, in 6 semplici punti.

1️⃣ Cos’è la zonazione?

Significa dividere i territori vitivinicoli in zone (chiamate “sottozone”): è l’esito di operazioni volte a mappare il territorio per individuare aree omogenee al loro interno. Omogenee per clima, composizione del suolo, capacità produttiva dei vitigni e conseguenti caratteristiche del vino.

2️⃣ Quando sono avvenuti i primi esperimenti di zonazione?

Le prime ricerche volte a iniziare a mappare il territorio, individuando zone omogenee sulla base di dati analitici su terreni e uve iniziano in Italia già alla fine dell’Ottocento, in Piemonte.

3️⃣ Quali sono i principi della zonazione?

La zonazione si basa sull’evidenza che anche a pochi metri di distanza la terra e le condizioni pedoclimatiche possono essere molto diverse anche all’interno della stessa denominazione, e che queste condizioni specifiche influenzano il carattere del vino.

4️⃣ C’entra anche il concetto di cru?

Sì, il concetto è simile, ma parlando di cru si intende non solo un determinato vigneto di una precisa zona geografica ma anche che da lì si ricava un vino particolarmente pregiato.

5️⃣ Che conseguenze ha, per il vino prodotto, la zonazione?

Il vino può quindi essere individuato come proveniente da uno specifico luogo. Identificare la provenienza è il valore aggiunto della zonazione. Il livello di dettaglio è molto preciso e arriva a definire aree omogenee anche a livello dei singoli vigneti o addirittura dei singoli filari.

6️⃣ In che modo la zonazione interessa i winelover?

Le attività di zonazione la dicono lunga su quanto i consumatori di vino oggi siano maturi e sofisticati. Il senso ultimo, per chi ama il vino, è ritrovare dentro la bottiglia l’essenza di un preciso territorio: il carattere di quel vitigno, le caratteristiche che quel suolo ha impresso nell’uva, il profumo di una passeggiata tra quei filari.

vigne napoletane
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento