SIMONE LOGUERCIO

Migliore sommelier d’Italia 2018

Ha guidato una tappa alla scoperta del “Cilento del vino”

Abbiamo iniziato l’anno alla grande! Per guidare Tappa #22 di Sommelier Wine Box (gennaio 2020) ci siamo rivolti al migliore sommelier d’Italia, il mitico Simone Loguercio, migliore sommelier d’Italia 2018, che ci ha racontato la sua storia:

“Cilentano di nascita, toscano di adozione, Firenze è la mia casa: il luogo dove il vino e la mixology sono diventati la mia passione e il mio lavoro. Curioso, estroverso, è forse per il piglio arrembante che mi chiamano “Pirata”…

Amo il vino e gli spazi aperti, odio le ipocrisie e adoro le bollicine.

Arrivo dal mondo dell’architettura e mi sono avvicinato al vino per caso, mentre lavoravo dietro un bancone di un bar. È stato un vero colpo di fulmine, una sorta di richiamo, di attrazione: sono rimasto affascinato nello scoprire quanto si cela dietro una bottiglia di vino. Quindi il corso di Sommelier AIS nel 2014, Degustatore AIS nel 2017 e il mondo dei concorsi, che mi ha portato in poco più di un anno alla conquista del Master del Lambrusco, il Master del Sagrantino, Miglior Sommelier di Toscana e Miglior Sommelier d’Italia. Non potevo chieder di più…”

Simone

 
Simone Loguercio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su reddit
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email