WINE BOX DI LUGLIO. VINI PER BRINDARE ALL’ESTATE
DAL VENETO DI FRONTIERA

vino bianco da aperitivo

Tappa #5

Guidata da Enrico Ulisse Avanzi, luglio 2018

Cantina Mosole – S. Stino di Livenza VE

La tenuta si trova a Corbolone, una piccola frazione di S. Stino di Livenza nel cuore della denominazione Lison-Pramaggiore. Il nome Lison si riferisce al classico Tocai, denominazione che abbiamo perso dal 2007. Altri nomi impiegati sono Tai, nel resto del Veneto, e Friulano ovviamente in Friuli.

La cantina è il sogno divenuto realtà grazie alla grinta di Lucio Mosole, che con passione coltiva 30 ettari di terra e conduce la sua azienda in modo innovativo, nel rispetto delle tradizioni. Produce i vini del territorio usando impianti a guyot, facendoli maturare sia in acciaio sia in legno a seconda dei migliori equilibri che vuole ottenere.

Azienda Agricola Moletto –  Motta di Livenza TV

Con straordinario affiatamento la famiglia Stival gestisce questa azienda agricola che sorge dove una volta prosperava il famoso Bosco del Moletto, di cui si ha notizia sin dal Cinquecento. Coltivano terre vocate al vino per tradizione antichissima, nel comune di Motta di Livenza e in zona Belfiore di Pramaggiore.

La densità d’impianto delle viti si attesta sulle 3.000 piante per ettaro ai fini di evitare la competizione radicale tra le piante e portarle a dare il giusto frutto senza forzature.

Questa è la filosofia dell’azienda, controcorrente, ma orgogliosamente in linea con il rispetto del territorio.

Società Agricola Mazzolada s.r.l. –  Portogruaro VE

La tenuta Mazzoladra coltiva 95 ettari a vigneto, tutti entro la denominazione DOC Lison-Pramaggiore. La maggior parte dei vigneti è di nuovo impianto, con una densità tra le 3.500 e le 4.500 viti per ettaro e quindi, anche in questo caso, non estremizzata.

Parola d’ordine: rispetto delle tradizioni, con l’ausilio di tecniche e attrezzature all’avanguardia, come la spremitura soffice, la temperatura controllata in vinificazione e l’affinamento in barriques.

Terreni essenzialmente argilloso calcarei regalano vini fruttati e freschi, bianchi e rossi, con interessanti vinificazioni anche di spumanti, da vitigni non tradizionali, che scopriamo nella selezione.

I vini selezionati

BOX ESPERTO 

Hora Prima IGT (Chardonnay-Tai-Sauvignon) (14,5% vol), Mosole

La ricerca di equilibrio è alla base di questo importante vino che si presenta a noi vestito di un bel giallo paglierino carico.

Il naso è speziato e subito si riconosce il segno della parziale maturazione in legno (Chardonnay): ecco quindi pepe bianco e vaniglia. Seguono note vegetali date dal sauvignon in vendemmia tardiva che virano verso un floreale evoluto.

Morbido e potente in bocca, riporta a note di mandorla e di tostatura con un lungo finale sapido e speziato.

ABBINAMENTO: perfetto con un crudo di crostacei o con del formaggio Montasio di media stagionatura.

Brut Millesimato VSQ (13% vol), Moletto

Uno spumante millesimato, con lunga permanenza in autoclave, da uve pinot bianco ottenute da terreni argilloso calcarei con importanti presenze di caranto che danno forza e meravigliosa freschezza.

Di colore giallo chiaro, vivace e brillante, presenta un perlage finissimo e continuo.

Al naso è fruttato di frutta evoluta, tropicale, con chiare note di banana, mela matura e mango.

In bocca è morbido, decisamente brut (zucchero tra i 6 ed i 12 g/l), raffinato ed elegante, ci regala ancora note di freschezza con particolari note fruttate.

ABBINAMENTO: stupendo come aperitivo o con pesce e verdure in tempura!

Lison Classico DOCG (13.0% vol), Mazzolada

Il vino simbolo della zona, il Lison classico qui in una sua versione evoluta a DOCG, si presenta con un colore giallo paglierino con riflessi grigi e verdognoli.

Un naso intrigante ricorda la pietra focaia e la grafite: subito grande mineralità ma anche note fruttate con ricordi di ananas, pesca e cenni tropicali di mango e papaja.

Il sapore è morbido, vellutato, chiude con un caratteristico retrogusto di mandorla, come deve essere nei grandi “Tocai”.

ABBINAMENTO: da provare con il risotto di pesce o con secondi leggeri a base di carni bianche, oppure con il branzino al sale!

BOX ENTUSIASTA

Lison Eleo DOCG (Tai 100% ex Tocai) (14% vol), Mosole

Il bianco storico che definisce il territorio: il Lison, fresco, strutturato, sapido, ottimo abbinato al pesce. Alla vista si presenta con un colore giallo paglierino intenso e sfumature di giallo verdolino, molto trasparente.

Al naso esprime aromi puliti e gradevoli che si aprono con note di frutta esotica, poi pera, mela e floreale di biancospino seguite da aromi di mandorla, ginestra e susina. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco fresco e comunque equilibrato dall’alcol. Il finale è abbastanza persistente con ricordi di pera, mela e mandorla.

Questo vino matura in vasche d’acciaio per 7 mesi.

ABBINAMENTO: suggeriamo di berlo con del pesce non salato o con del formaggio Montasio fresco.

Pinot Bianco IGT Veneto Orientale (12,5% vol), Moletto

È un vino bianco di grande finezza, dal vitigno prediletto dall’enologo Giovanni Stival, e si presenta alla vista con un colore giallo paglierino chiaro e sfumature di giallo verdolino, molto trasparente. Al naso si impone subito con note di mela e biancospino seguite da aromi di ginestra, pera, limone, ananas, susina e un accenno di pesca.

In bocca ha una buona freschezza con la giusta alcolicità, è leggero, dai sapori decisi con lievi note di frutta tropicale. Il finale è persistente con ricordi di pera, ananas e mela.

Questo Pinot Bianco matura per 7 mesi in vasche d’acciaio e poi seguono due mesi di affinamento in bottiglia.

ABBINAMENTO: provatelo con dei primi piatti con pesce e verdure o con la mozzarella in caprese!

Rosé spumante extra dry (11,0 % vol), Mazzolada

Questo è uno spumante Extra Dry da uve Raboso e Merlot vinificate in rosa, da consumare a tutto pasto o per brindare nelle calde serate estive.

Si presenta con un colore rosa tenue e profumi fresco, fruttati e floreali.

Frutti di bosco rossi ne segnano l’aspetto olfattivo completato da un floreale che riconduce a note di geranio, lievemente terrose. Il sapore è cremoso, sufficientemente sapido chiude ancora su note di piccoli frutti rossi.

Un Rosé speciale, ottenuto con Metodo Charmat, fermentazione in autoclave per 45 giorni a 15° C con lieviti selezionati.

ABBINAMENTO: da bere a tutto pasto, perfetto con con fritti in pastella o con prosciutto e melone.